Woman inside a bus, in Cairo streets.

Woman inside a bus, in Cairo streets.

 

sovrappensiero

 

Siamo distratti, disinteressati e spesso non siamo in grado di vedere il mondo che ci circonda. Ci si abitua a quello che vediamo e giorno dopo giorno semplicemente smettiamo di vedere. 

Questa serie di foto è stata scattata a bordo del minibus che mi porta in ufficio ogni mattina. Andare da una parte all’altra del Cairo, Egitto, può essere un'opportunità per vedere migliaia di persone muoversi, da un altro punto di vista.

Durante questi piccoli viaggi qualcosa in particolare ha catturato la mia attenzione. Si tratta delle persone immerse nel loro pensieri, in auto o sui bus, raccolte in se stesse o con lo sguardo rivolto fuori dal vetro.

Mi chiedo cosa stiano pensando, o provando. Sono felici o sono tristi? Sono preoccupate o sono speranzose? Sono arrabbiate o sono calme? Sono stanche o sono energiche? Quante di loro condividono la stessa emozione nello stesso momento?

Queste persone, insieme ai loro pensieri sconosciuti, la loro apparente calma introspezione, rappresentano l’umanità del quotidiano e una realtà che spesso non vediamo.

Essi ci mostrano, inconsapevoli, un piccolo mondo fatto di momenti di esistenza ordinaria e istanti di un emozione sospesa.

Semplicemente così, sovrappensiero.

 

lost in thought

 

We are distracted or uninterested and often unable to see the world around us. We get used to what we see, and day after day we simply stop seeing it.

This series of photos has been taken onboard the minibus that takes me from home to office every morning, and back to home in the evening. Go from one side of Cairo, in Egypt, to the opposite, can be also an opportunity to see thousands of people moving, from another point of view.

During such small travels, something specifically captured my attention. It's the many people in cars, or buses, lost in thought, absorbed, gathered or the eyes looking out the window. 

I wonder what they are thinking or feeling. Are they happy or sad? Are they worried or hopeful? Are they angry or calm? Are they tired or energetic? How many of them share the same emotion at the same time?

This people, with their unknown and undisclosed thoughts, the calm introspection, are the humanity of the everyday and may show glimpses of a reality which often we do not see.

They open up, unaware, a small world made of moments of ordinary existence and instants of a suspended emotion.

Just like that, lost in thought.